L’importanza dei filtri anti-spam

Data di pubblicazione: 28-2-2016

L'importanza dei filtri anti-spam - EMT Blog best practice e consigli sul direct email marketingPrima di inviare una campagna DEM avrete sicuramente passato molto tempo a targettizzare la vostra lista di contatti, a curare il design delle vostre emails e a creare dei bellissimi contenuti, ma è possibile che non abbiate pensato troppo a quali fattori influenzano la possibilità che il vostro messaggio arrivi nella ‘posta in arrivo’ dei vostri clienti o meno. E’ qui che si vede l’importanza dei filtri anti-spam.
Questi filtri, creati dai provider di posta, agiscono come uno scudo, analizzando le email in entrata e spostando in ‘spam’ tutti i messaggi che reputano non interessanti per l’utente.

Il passaggio attraverso il filtro anti-spam è solo il primo dei passaggi che il vostro messaggio deve superare per portare dei risultati effettivi al vostro business, ma per questo anche uno dei più importanti.

Gli attuali filtri guardano infatti alle ultime interazione dell’utente, analizzandone il comportamento e ‘decidendo’ in base a dei buoni segnali:
– se l’utente ha già aperto i vostri messaggi;
– se ha risposto ad una vostra campagna (via reply mail);
– se non ha spostato il vostro messaggio nel cestino;
– se ha spostato la vostra email in un altro folder personale;
– se ha aggiunto il vostro indirizzo alla sua rubrica di email

Allo stesso modo analizza anche i segnali negativi:
– essere stati spostati nel cestino;
– cancellazione della email senza aprirla.

A questo punto il provider di posta combina i risultati dei segnali negativi e positivi del singolo utente con quello di tutti gli utenti interessati nel suo sistema e in base a questo decide se la vostra prossima campagna DEM sarà recapitata o meno.

Ci sono quindi alcuni accorgimenti da seguire:
– Utilizzare solo email di persone che vi hanno dato il loro consenso;
– Utilizzare un nome per il mittente che sia familiare e immediatamente individuabile;
– Inviare campagne rilevanti per ogni segmento della vostra lista, evitando così di spammare tutti i vostri contatti ogni volta;
– Utilizzare un reale servizio di reply-to nelle vostre email;
– configurare il vostro account in modo che mandi le email dal dominio del vostro business

Please follow and like us: