Guida agli autoresponder: le email di conferma

Data di pubblicazione: 7-10-2015

Guida agli autoresponder: le email di conferma - EMT Blog best practice e consigli sul direct email marketingPer aumentare il coinvolgimento della vostra audience grazie a un sistema di autoresponder è importante conoscerne le diverse sfumature.

Non solo email di benvenuto, sondaggi o email di feedback, questo prezioso strumento di email marketing vi offre la possibilità di creare anche delle Follow-up email e delle confirmation email.

  • Follow-up emails
    Importantissime, vi servono ad ottenere quasi il 50% in più di open rate rispetto a una sola campagna DEM. Questo tipo di messaggi infatti viene inviato alcuni giorni dopo che la vostra campagna è stata spedita ai clienti che non hanno aperto l’email precedente, fornendo così un’ulteriore possibilità all’utente di cliccare sul vostro messaggio ed ottenendo un rate molto maggiore rispetto a lasciare andare la parte di target che non ha risposto al primo invio.
    L’automazione vi permette quindi di ottenere senza sforzo un segmento della vostra lista contatti che corrisponde a coloro che non hanno aperto la prima email, e solo a loro verrà inviata quella di follow-up.
  • Confirmation emails
    Il customer care non si limita solo al coinvolgimento e all’interazione precedenti l’acquisto: componente fondamentale è anche la parte successiva ad esso. L’email di conferma infatti è un buon metodo per convalidare l’ordine, mostrare la vostra serietà e offre possibilità anche di proporre l’acquisto di prodotti/servizi correlati a quello appena acquistato, di fornire sconti e incentivi a un secondo acquisto e di dare ai vostri clienti tutti i riferimenti e i contatti per il supporto e l’assistenza (sia sul sito che sui social.
Please follow and like us: