Digital Food Marketing, come iniziare

Data di pubblicazione: 23-7-2015

Digital Food Marketing, come iniziare - EMT Blog best practice e consigli sul direct email marketingIl tema del cibo è oggi ancora più stimolante, sarà per la maggiore consapevolezza con cui il pubblico vi si approccia (leggendo tabelle nutrizionali, manifestando contro gli OGM, scegliendo i prodotti bio, ecc), sarà per la componente social e digital che oramai accompagna la nostra relazione con l’alimentazione dall’acquisto, alla cucina, alla degustazione, sarà per l’incredibile numero di startup che nascono ogni giorno attorno a questo argomento.

Una strategia incentrata su promozioni e sconti però, a differenza di quanto si crede normalmente, danneggia l’immagine del brand a lungo termine. La relazione che state instaurando con il consumatore infatti si fonda su un ribasso di prezzo e non sull’idea che lui ha del brand o della qualità dei prodotti offerti.

Cercate quindi di trasmettere valore aggiunto al brand tramite una buona strategia di food marketing, indirizzata al giusto target, senza mai sembrare pressanti o noiosi. Se ad esempio puntate a vendere yogurt greco alle donne incinta, evitate di far leva su claim come “il nutrimento migliore del tuo bambino” senza offrire nessuna informazione in più, perché rischiate di scomparire nell’immenso mare di promozioni legate al food.

Se, al contrario, informate le future madri che lo sviluppo del senso del gusto inizia già nello stato fetale e che i gusti che sviluppiamo da bambini ci condizionano anche da grandi, aggiungendo l’importanza di una dieta sana composta da vari alimenti tra cui lo yogurt, il vostro messaggio passerà, caricando di plus valore anche l’immagine del vostro brand.

A questo si deve aggiungere poi anche un lato social, che vi permetta di restare in contatto con le food community. “Sei quello che mangi… e che condividi”, secondo questo principio i brand che traggono maggiore visibilità dai social sono quelli che si focalizzano sul loro prodotto, ma in maniera curiosa, creativa, evocativa di uno stile di vita e di un modo di essere. Le persone che ne condividono i contenuti, quindi, vogliono ribadire la loro vicinanza al brand, l’affinità, lo stesso modo di essere.

Proprio per questo è bene essere preparati e predisporre un team che segua il lato social, anche dal punto di vista del customer care. Molti consumatori infatti affidano le loro richieste alle pagine social dei brand, ė quindi indispensabile avere del personale preparato che risponda tempestivamente, in modo positivo e proattivo.

Un altro utile strumento può essere l’e-commerce in cui testare l’appeal dei vostri prodotti, ancora meglio se supportato da una strategia legata ai diversi usi che si possono applicare ad ogni singolo prodotto (nuovi abbinamenti, ricette, consigli ed esperienze).

Please follow and like us: