Come ottimizzare le email per i client di posta

Data di pubblicazione: 30-1-2016

Come ottimizzare le email per i client di posta - EMT Blog best practice e consigli sul direct email marketingLa vita non è facile oggi per chi fa email marketing: nei primi tempi, per chi faceva questo lavoro non c’era alcun problema legato ai client di posta, mentre ora è di assoluta importanza che ognuno abbia la certezza di poter inviare delle email il cui aspetto sia perfetto su una varietà di client.
Gmail, Outlook, Yahoo! e tanti altri, a cui si affianca la considerazione che molti dei vostri utenti leggono la posta dallo smartphone, dove l’email deve risultare altrettanto leggibile e deve essere visualizzata così come la avevate progettata voi.

Ma quali sono i clients email pià popolari? Non tutti devono essere considerati nella stessa maniera, ad alcuni è bene dare priorità, eccoli:
1. Apple iPhone’s Mail app
2. Gmail
3. Apple iPad’s Mail app
4. Google Android’s Mail app
5. Outlook
6. Apple Mail desktop app
7. Outlook.com
8. Yahoo! Mail
9. Windows Live Mail
10. AOL Mail

Una volta messi a fuoco i client, sarà tempo di ottimizzare l’email, ecco qui alcuni consigli:
– includere un link per la conversion online dell’email: alcuni clients e vari device non supportano HTML, è quindi importante includere un link a una versione online dell’email.
– creare una versione semplice, solo testo, dell’email: alcuni client sono più schizzinosi di altri nel valutare se un’email è o no spam. Un modo per essere sicuri che il messaggio arrivi a destinazione è ottimizzare una versione testuale delle vostre email.
– assicurarsi che i link abbiano un percorso assoluto: le persone scaricano la vostra email in diversi ambienti, è quindi importante che i link che inviate abbiano un percorso assoluto, unico.
– assicurarsi che la vostra immagine url abbia un percorso assoluto: lo stesso discorso dei link vale qui, con un percorso unico il vostro lettore che non potesse visualizzare le immagini dell’email avrà una strada per ritrovarle.
– inserire il testo dell’immagine: alcuni client bloccano di default le immagini, così quando qualcuno apre la vostra email l’immagine non si scarica finché non viene effettuato un click. Inserendo il testo immagine, aiuterete il destinatario a capire di cosa si tratta anche senza visualizzare l’immagine.

Please follow and like us: