Come disegnare una perfetta landing page

Data di pubblicazione: 6-5-2015

Come disegnare una perfetta landing page - EMT Blog best practice e consigli sul direct email marketing La landing page è la pagina su cui il vostro potenziale cliente si ritroverà cliccando su una pubblicità o sul link della vostra newsletter. È il primo impatto e rappresenta per questo un elemento cruciale.

Per preparare quindi una perfetta landing page occorre innanzitutto porsi alcune domande:

1) qual è l’obbiettivo della mia landing page (vendere, promuovere, ottenere dati dagli utenti…);

2) cosa fanno i miei competitor (spesso avere un’idea di come gli altri si muovono può fornire maggiori spunti e far capire qual è il livello minimo/massimo atteso);

3) chi è la mia audience (difficilmente si riuscirà a essere persuasivi pensando a un utente generico, maggiore è il grado di targettizzazione, maggiore sarà la personalizzazione della landing;

4) come l’utente giunge alla mia landing page (avere diverse landing page e gestirle a seconda che si arrivi dalla ricerca Google o dai Social aiuta a sviluppare uno stile e un linguaggio appropriato per ogni sotto-gruppo).

Focalizziamoci ora sul messaggio in sé. La landing page deve contenere tutte le informazioni necessarie, deve rispondere a ogni possibile dubbio dell’utente ed essere chiara fin da subito.

È necessario, inoltre, fornire dei buoni contenuti, che infondono fiducia nell’utente e riutilizzarli sia in forma testuale che con una veste grafica appropriata, così da veicolare in più modi il messaggio promozionale. Va inoltre ricordato che, essendo il web un mondo virtuale, gli utenti non possono davvero “toccare” il prodotto e conoscerlo, sperimentarlo dal vivo come in un negozio, è necessario quindi che gli diate la possibilità di farsi un’idea a 360° dell’oggetto che volete vendergli sfruttando al meglio le ultime tecnologie 2d/3d/video/immagini/suoni/musiche. Il vostro scopo sarà allora essere persuasivi, accattivanti e attenti al dettaglio!

Per evitare di incorrere in errori grossolani che potrebbero dissuadere il vostro cliente e allontanarlo, è buona regola, una volta impostata la landing page, osservare il vostro lavoro e fare una lista dei possibili dubbi e fraintendimenti che potrebbero nascere in un potenziale acquirente.

Solo così potrete infatti avere uno sguardo davvero vincente e risolvere in tempo più imprecisioni possibili, anche quelli legati agli elementi e dettagli che vi sembrano più innocenti o scontati.

Please follow and like us: