A/B test, cos’é e perchè si usa

Data di pubblicazione: 3-7-2014

A/B test, cos’é e perchè si usa - EMT Blog best practice e consigli sul direct email marketing Quando si pianifica una nuova campagna si può scegliere di iniziare da una campagna standard, dove ogni destinatario riceve esattamente la stessa email, oppure da una campagna A/B.

L’A/B test è conosciuto anche come split testing ed è una prova che si effettua sui risultati di più versioni di una stessa email. La versione A viene inviata ad un piccolo gruppo di iscritti e la versione B ad un altro piccolo gruppo di iscritti. I risultati (aperti o cliccati) vengono misurati e la versione vincente è inviata agli iscritti restanti. Si effettua l’A/B test per cercare i risultati migliori su aperture e click. Per ogni campagna ci sono tre distinte aree da provare.

L’oggetto dell’email, il mittente e infine, il contenuto.

Testare l’oggetto dell’email – È bene scegliere un piccolo gruppo di iscritti. Creare due email con un diverso oggetto, e provare a inviare una email alla prima metà di questi, e l’altra alla seconda metà. Successivamente, si guardano i risultati di entrambe e una volta valutata la performance migliore, si invia l’email “vincente” ai restanti iscritti.

Testare il mittente e l’indirizzo email – In questo test, è possibile creare due mittenti e due indirizzi email. L’email “vincente”, che guadagnerà più aperture o click, sarà inviata al resto della lista di iscritti.

Testare il contenuto dell’email – Si possono creare due email con diverso contenuto e inviarle entrambe ad uno stesso gruppo di iscritti. Successivamente, in maniera automatica o manuale, la versione “vincente” potrà essere inviata ai restanti iscritti.

Please follow and like us: