8 cose da evitare in una unsubscribe email

Data di pubblicazione: 25-2-2015

8 cose da evitare in una unsubscribe email - EMT Blog best practice e consigli sul direct email marketing

Per mantenere una buona reputazione con i vostri utenti, e anche con quelli che non lo sono più bisogna evitare di commettere questi errori.

Eccole, otto semplici regole per rendere il vostro processo di cancellazione una buona esperienza per il cliente.

 

–          Evitare di fornire un indirizzo email opt-out che non funziona.

–          Quando un utente vuole disiscriversi deve poterlo fare in maniera semplice e immediata. Non bisogna ostacolarlo con un’email nella quale lo si informa che la sua richiesta di cancellazione è stata ricevuta e verrà processata.

–          Non si può ignorare la richiesta di annullamento dell’iscrizione da parte dell’utente perchè:

o    È contro la legge.

o   Abbassa la vostra web reputation.

–          Evita di obbligare l’utente a inserire nuovamente il proprio indirizzo di posta elettronica su un modulo. Il fornitore di servizi email dovrebbe già conoscerlo.

–          Bisogna dare la possibilità di cancellazione automatica, senza ulteriori richieste di conferma.

–          Avvenuta la richiesta di cancellazione non bisogna reindirizzare alla home page del sito web per effettuare acquisti o altre azioni. Bisogna reindirizzare l’utente alla pagina di conferma “il tuo indirizzo è stato correttamente cancellato”.

–          Non è necessario inviare un’email dove si conferma la cancellazione. Se l’utente ha appena effettuato la disiscrizione, non è necessario più inviarmi nulla.

–          Non oscurare il link “clicca qui per cancellare l’iscrizione” o tenerlo in un font di quattro punti.

Come mantenere i vostri abbonati interessati? Leggi anche questo articolo.

Please follow and like us: